top of page

Laboratorio Pasta Fresca

Esplora la bontà autentica della cucina fatta in casa con la nostra selezione di pasta fresca, fatta con ingredienti di alta qualità e amore.Approfitta della nostra esperienza artigianale e deliziatati con ogni morso della nostra pasta

daziapaolina42.jpg

Ravioli Dolci, Puligioni

I ravioli galluresi, noti come puligioni, sono un piatto tradizionale diffuso nelle famiglie dei "stazzi" galluresi. Questi ravioli hanno un diametro di circa 6-7 cm, con un ripieno di ricotta racchiuso da una sottile sfoglia di pasta fresca. Gli ingredienti base sono farina di grano duro, sale e acqua calda per la pasta, mentre il ripieno comprende ricotta fresca, prezzemolo, sale, zucchero e scorza di limone per una ricetta tradizionale e autentica.

Scopri il gusto genuino di questa specialità gallurese preparata con amore secondo la nostra tradizione.

daziapaolina15.jpg

Gnocchi galluresi, Chiusoni 

Per preparare i chiusoni, utilizziamo la tipica farina di grano duro "Trigu saldu o ruiu" e abbondante acqua bollente e salata. Dopo aver disposto la farina a fontana e versato l'acqua, si procede con l'impastatura manuale. Lavorando a mano, si ottengono cilindri lunghi da cui si tagliano pezzetti di circa 3-4 cm. Questi pezzetti vengono poi sfregati contro un canestro o una grattugia per ottenere la forma definitiva. Un lavoro minuzioso eseguito uno ad uno per garantire la qualità del prodotto finale.

daziapaolina64.jpg

Colbula con  pasta fresca 

Nell'ambiente agropastorale della Sardegna, le case tradizionali erano semplici ma ricche di versatili cestini chiamati colbuli. Questi cestini, utilizzati per diversi scopi, erano adattabili per la preparazione di gnocchi, ravioli, tagliatelle, seadas e ricottelle. Nel passato, la stessa colbula veniva usata per preparare gli gnocchi e per conservarli dopo la fase di essiccazione, una pratica che risale a tempi antichi, che conserviamo e testimonia la versatilità di questi oggetti tradizionali.

daziapaolina7.jpg

Pane pastadura.

Tipico pane decorato, di semola di grano duro prodotto in Sardegna conosciuto anche col nome di su scetti o pasta dura.
È un tipo di pane pregiato che in passato si preparava per le grandi ricorrenze, matrimoni e la Pasqua .Ancora oggi questo pane  non manca mai nelle feste più importanti e nelle cerimonie. 
In passato veniva preparato solo per le classi più agiate. La sua caratteristica peculiare è la crosta croccante e di colore lievemente dorato, la mollica morbida, assai compatta e bianca.

La Suppa Cuata o Zuppa Gallurese

L'origine della zuppa gallurese è avvolta nel mistero, ma si pensa che il termine "suppa" derivi dalle zuppe medievali importate in Sardegna durante la dominazione aragonese dal 1200 al 1500. La suppa cuata, una sorta di lasagna composta da fette di pane inzuppate nel brodo e ricoperte da uno spesso strato di formaggio dorato, prende il nome dalla sua natura "nascosta". Pur essendo un piatto nato dalla cucina povera e rustica, con ingredienti umili come pane, formaggio e brodo, la suppa cuata è considerata un piatto imperiale e fondamentale nelle cerimonie galluresi. Il segreto della suppa cuata di Zia Paolina risiede in un brodo saporito, una crosta croccante e un sapore inimitabile. Scopri il gusto autentico di questo piatto tradizionale gallurese con noi.

daziapaolina60.jpg
daziapaolina47.jpg
daziapaolina56.jpg
bottom of page